Tu mi hai capito? Una comunità che cura – 2° edizione del festival sul benessere mentale dellɜ giovani

Oggi, finalmente, parlare di salute mentale non è più considerato un tabù ed esistono richieste, provenienti da più parti, che invocano una maggiore presenza e garanzia di supporto psicologico.

Per rispondere a questa domanda, tante realtà e associazioni che si spendono quotidianamente con gli adolescenti, hanno organizzato un festival diffuso per condividere pratiche e strumenti a sostegno delle fragilità, ritrovando nella comunità un luogo sicuro e libero.

Perché crediamo che sia fondamentale costruire intorno alla parola “cura” una nuova narrazione, fatta di persone, servizi, luoghi e relazioni, una vera e propria “rete di salvataggio” dove i legami, forti e resistenti, diventano appoggio per le persone, sostegno per le fragilità individuali.

Vogliamo provare a dirci che farsi collettivamente carico del malessere può rappresentare un percorso, anche politico, di cura

Non si tratta di sanɜ e di malatɜ, di chi sta bene e di chi sta male, ma di persone (il più possibile) in relazione che, attraverso percorsi di partecipazione ed esperienze condivise, possono avere l’opportunità di esprimere il dolore, di non sentirsi più solɜ e di agire per rendere la società un luogo più giusto. Uno spazio di cura.

Perché tutti insieme possiamo costruire una comunità di cura.

Nell’ambito del Festival siamo lieti di invitarVi alla 

SERATA OPEN di TELEFONO AMICO TORINO

Martedì 27 Febbraio h21 – CSV  Vol.To – Via Giolitti 21 – Torino

Maria Fazio

Telefono Amico Torino ODV – Presidente

acmos-ta 27 febbr..png
calendario.png

Organizzatori:

Associazione Eufemia; Telefono Amico Torino; Ti Ascolto Aps; La Tazza blu; Social Community Theatre Centre; Aria – Spazi ReAli; TuttoAnnodato; Vernice Fresca; Il Bandolo; Così come 6; Dialoge Explore Bond; Progetto PIN – ASL To; Invərso; Circolo dei Lettori; Kontiki; APIArT; CIFA ETS.

Questo articolo sarà cancellato il sabato 20th Aprile, 2024

TELEFONO-AMICO