Storia

Il Forum interregionale permanente del Volontariato di Piemonte e Valle d’Aosta è un organismo di coordinamento e collegamento che si è costituito il 25.10.1997 da 15 associazioni di volontari fondatrici ed è iscritto nel Registro regionale del volontariato dal giugno 2002.

Attualmente rappresenta oltre 50 gruppi ed organizzazioni di volontariato, oltre 2.000 volontari che si riconoscono in nome di quattro valori fondamentali e qualificanti:

  • gratuità,
  • centralità della persona,
  • solidarietà,
  • condivisione.

Il Forum è espressione reale e divulgazione del ” concetto di volontariato a 360°”, non solo quindi del più comune per quanto importantissimo  volontariato socio-assistenziale ma anche del volontariato culturale ed ambientale. Tipi di volontariato questi ultimi che, soprattutto negli ultimi anni, hanno avuto il giusto riconoscimento trovando oggi ampia adesione sociale, grazie anche al lungimirante e perseverante lavoro di sensibilizzazione svolto da gruppi come il Forum negli anni.

I suoi obiettivi riconosciuti sono:

  • promuovere e tutelare l’identità propria del volontariato,
  • portare presso le istituzioni la voce e le esigenze del volontariato per dare forme concrete al diritto-dovere di partecipazione alla costruzione di una società più giusta e più solidale,
  •  promuovere nelle nuove generazioni una maggiore sensibilità sociale mediante forme organiche di sensibilizzazione e di formazione.

A pochi anni dalla sua costituzione il Forum porta a segno un primo rilevante risultato riuscendo nel 2000 a dar vita al progetto “Sportelli Scuola&Volontariato”, realtà viva e presente sul territorio piemontese sostenuta da Regione Piemonte e dalla Direzione generale regionale del Ministero dell’Istruzione, che trovava il coinvolgimento delle realtà scolastiche superiori di 2° con le associazioni del territorio per la sensibilizzazione e formazione dei giovani sul concetto di volontariato globale. Altri progetti seguirono nel tempo, tutti provocando la massima partecipazione ed interesse delle realtà locali che li sostenevano, quali il progetto “Adotta un monumento” o il progetto  “Adotta un associazione”.

Oggi il Forum collabora, oltre che con le istituzioni regionali e nazionali, anche con i “Centri di servizio per il volontariato”, organizzazioni pubblico-private dislocate nelle varie province piemontesi a supporto delle attività di volontariato delle associazioni no-profit del territorio, sviluppando numerosi progetti in comune.

Un altro obbiettivo perseguito nel tempo dal Forum è stata la realizzazione dei cosiddetti “Progetti di rete”, grazie ai quali progetti semplici promossi dalle varie associazioni di volontariato sono diventati progetti più completi ed articolati, riuscendo a coinvolgere e a far convergere sullo stesso tema e progetto altri e diversi progetti sostenuti da altre organizzazioni rendendo così il progetto iniziale più completo, coinvolgente e più proficuo in termini di qualità, affidabilità ed organizzazione.

Da sempre il Forum ha voluto dotarsi di un organizzazione agile e snella, composta da un Ufficio di Presidenza e da una Segreteria Operativa, tutti su base volontaria, tarata e capace del massimi risultati col minimo costo nel puro spirito del volontariato che vuole rappresentare. E’ altresì’ formato dagli organi istituzionali di un Consiglio Direttivo nel numero di 7 rappresentanti eletto tra gli associati che nel loro insieme formano l’Assemblea Generale. Tutti gli associati sono associazioni no-profit di volontariato piemontesi.

Il Forum è per sua costituzione una associazione aperta, aperta alle nuove idee, ai nuovi progetti, al cambiamento inteso come evoluzione in meglio, aperta a tutti i cittadini che si riconoscano nello spirito del dono e del benessere sociale quotidiano, nostra reale e comune fonte di vitalità.

Font Resize