Newsletter CPD

Novembre:

La diversità è un “Prisma”

Ciao e bentrovat*,

come avete già letto dal titolo, questo mese apriamo la nostra newsletter con l’immagine ideale di un prisma.

Sì, perché si chiama così la Serie TV italiana in otto episodi uscita su Prime Video alla fine di settembre.

Ambientata a Latina, è inserita nel genere “teen drama” ed è stata creata da Ludovico Bessegato, l’autore di Skam Italia per raccontare una classica storia di trasformazione di un gruppo di adolescenti che al momento è ai primi posti tra quelle più viste in Italia.

Proprio come in un prisma invita a guardare “una molteplicità di temi sensibili – dalle persone con disabilità all’universo LGBTQ+, dall’integrazione razziale agli scontri generazionali tra genitori e figli – senza mai forzare la mano, ma inserendoli con naturalezza e semplicità in una trama fluida, nonostante la drammaticità”.

Infatti, tra i protagonisti c’è Carola, una ragazza con una protesi alla gamba, interpretata dalla studentessa, modella e attrice ventiduenne Chiara Bordi che ha perso un arto dopo un incidente a 13 anni.

A proposito della sua partecipazione alla serie ha dichiarato: “Il fatto che in una serie young adult ci sia una protagonista con una disabilità serve a cambiare prospettiva. Perché oggi il modo più efficace per normalizzare la disabilità è rappresentarla.

Per tantissimi anni non è stato fatto, così come per tante altre comunità. Carola, il mio personaggio, è una ragazza che vive la sua disabilità con naturalezza.

È spontanea, diretta, schietta, e manda un bel messaggio: essere liberi di mostrarsi, amare il proprio corpo, accettarlo.

Vale anche per chi non è disabile. È una cosa che conta nella sfera sessuale, nelle relazioni, nella società…

Io ho cercato di vivere la mia adolescenza così».

CPD e 3 DICEMBRE:
MANCA UN MESE!

Proprio per raccontare le tante sfaccettature del mondo della disabilità anche quest’anno la CPD si appresta a varare un ricco programma di iniziative in vista della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità con cui ogni anno intende accendere i riflettori e anzi aprire il megafono e alzare la voce per sollevare l’attenzione intorno al mondo della disabilità.

Non vi anticipiamo ancora cosa succederà in questa giornata così importante, ma iniziamo a dirvi di fissare il primo Save The Date perché la conferenza stampa ufficiale di presentazione degli eventi targati CPD per il 3 dicembre è fissata per il 30 novembre alle ore 11.00 al Sermig di Torino.

Nel frattempo, vi invitiamo a riflettere su uno stralcio estratto dal blog di Fabrizio Acanfora: “Un concetto spesso frainteso è quello di disabilità, che normalmente viene intesa come un attributo fisico, sensoriale o mentale della persona, scaricando sul disabile la responsabilità di quella che dalla società è percepita come una non abilità in determinate aree.

D’altra parte, si dice ‘disabilità fisica’ oppure ‘disabilità intellettiva’ per indicare l’area su cui essa influisce, per cui è facile cadere nell’errore.

La disabilità invece è una condizione, uno stato nel quale la persona si trova in un determinato momento della propria vita e dipende dall’interazione di vari fattori. Per capirci, avere una gamba invece di due non è una disabilità di per sé, come non lo è un quoziente intellettivo di 50. La disabilità avviene quando persone con queste caratteristiche si trovano a interagire con una società che è organizzata per chi di gambe ne ha 2, o ha un QI che rientra nella media di 100, una società che quindi disabilita coloro che non raggiungono i criteri di ammissione alla categoria maggioritaria”.

L’Agenda della Disabilità, creata da CPD e Fondazione CRT, sarà naturalmente tra i protagonisti degli eventi che caratterizzeranno il futuro 3 dicembre, ma prima di quella data vi segnaliamo alcuni appuntamenti da appuntarvi e a cui partecipare.

In particolare, al fine di aggiornare in continuazione la nuova piattaforma giovedì 10 novembre dalle ore 15,30 si terrà un appuntamento via Zoom dedicato a tre goal essenziali:

Lavorare per crescere, Imparare dentro e fuori le scuole e Curare e curarsi.

ISCRIVITI ALL’EVENTO

Rimanendo in tema vi segnaliamo poi la conferenza che si terrà venerdì 4 novembre alle ore 16.00 presso l’Aula Magna del Politecnico di Torino dal titolo:

“Implanted Neurotechnologies for People With Spinal Cord Injury”.

Durante l’evento interverranno studiosi e scienziati che hanno ideato e sviluppato una tecnica rivoluzionaria potenzialmente in grado di aiutare le persone con disabilità motoria.

La conferenza sarà in inglese, l’ingresso è gratuito, ma solo fino a esaurimento posti.

ISCRIVITI ALL’EVENTO

DOPO IL 3 DICEMBRE LA SPESA È VICINA

Tra i nuovi progetti che CPD ha appena attivato per i suoi utenti torniamo a parlarvi di Spesa vicina che promuoverà un grande evento di sensibilizzazione pubblica
il 17 dicembre.

SPESA VICINA è un servizio di sostegno alimentare, pensato per chi vive vicino – da qui il suo nome – alla nostra sede e quindi a tutti i cittadini che stiano attraversando un momento di difficoltà all’interno della Circoscrizione 2 di Torino.

Il meccanismo per realizzare questo servizio è molto semplice:
ti chiediamo di fare la spesa e di donarla ad altre persone.

CHE TIPO DI SPESA?
Ecco alcuni articoli tra cui scegliere:
Prodotti
Tonno, Carne in scatola, Scatolame vario (es: legumi, olive, cetriolini), Polpa pomodoro, Latte, Olio, Caffè, Parmigiano, Riso, Cous cous.
Igiene personale
Shampoo, Bagnoschiuma (o saponetta solida), Balsamo, Detergente intimo, Dentifricio, Spazzolino, Assorbenti donna.
Igiene della casa
Sapone da bucato (es: marsiglia, liquido, in polvere), Sgrassatore (utilizzabile per più superfici e pavimenti), Detersivo per piatti.
Materiale scolastico
Quaderni misti (quadretti grandi e piccoli, righe da 1° elementare, da 3° elementare e da medie), Astucci, Cancelleria (es: matite, penne cancellabili e non, matite colorate, gomme, temperino, righello), Kit da disegno tecnico (es: fogli, compasso, goniometro, squadrette).

COME?
Per consegnare la spesa acquistata, bisogna fissare preventivamente un appuntamento e contattare il centralino della CPD al numero di telefono 011/3198145 –
tasto 1.

DOVE?
La consegna dei prodotti deve essere effettuata presso i locali della CPD, siti in corso Unione Sovietica 220/D e raggiungibili anche da via San Marino 22/A (accessibile in auto e con ausili).

QUANDO?
I giorni per la consegna sono il martedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e il giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

FIRMATO IL PROTOCOLLO D’INTESA TRA
AMIAT E CPD

In questi giorni è stato siglato il protocollo d’intesa tra Amiat e Cpd, con cui la Consulta per le Persone in Difficoltà si impegna a supportare l’azienda del gruppo Iren nell’essere più inclusiva e attenta alle esigenze di tutta la cittadinanza, dalla formazione alla comunicazione fino all’offerta dei suoi servizi.

Con le firme di Paola Bragantin, presidente Amiat e di Francesca Bisacco, presidente CPD, i due enti intendono d’ora in poi collaborare insieme per realizzare interventi e iniziative concrete di contrasto alle difficoltà quotidiane delle persone con disabilità e/o socialmente vulnerabili nell’ambito dei servizi pubblici di igiene urbana.

A tal scopo come primo provvedimento sarà organizzato un focus group di confronto sullo sviluppo dei servizi, composto da persone con esigenze diverse e convocato ogni qualvolta ci sarà da varare un nuovo servizio creato dall’azienda – da oltre cinquant’anni deputata a erogare in modo integrato i servizi di igiene del suolo, la raccolta e smaltimento dei rifiuti della città di Torino – per far sì di partire già in fase progettazione con progetti predisposti all’inclusione e all’accessibilità.

“Questo è il primo tassello – ha dichiarato Giovanni Ferrero, Direttore CPD – della nuova modalità inaugurata da CPD per lavorare in sinergia con il settore pubblico e para pubblico, quindi non fungendo più soltanto da tavolo di concertazione, ma applicando il modello del Collaudo Civico ovvero il sistema strutturato e partecipato rivolto alle persone con disabilità per valutare la bontà d’uso di un prodotto o di un servizio.
Grazie all’introduzione di questo nuovo modus operandi, lanciato dal progetto Disabilità in Rete al cui sito www.disabilitainrete.info è possibile far pervenire la propria candidatura, ai “collaudatori” è richiesto sia di fare un resoconto puntuale laddove vengano riscontrate delle criticità sia di lavorare insieme agli enti pubblici e agli altri soggetti attivi del territorio per far sì che fin dall’inizio si lavori in un’ottica inclusiva e accessibile.
Attraverso questa pratica si vuole mettere definitivamente in atto un processo virtuoso che non si fermi sulla soglia della denuncia, ma anzi proceda in avanti facendo tesoro della rilevazione degli ostacoli esistenti e ne sappia trarre la capacità di prevenire il fatto che ciò accada in futuro”.

BAMBINI E ADOLESCENTI DIGITALI

Infine le notizie dal mondo della Scuola.

In occasione della Sesta Giornata Nazionale sulle Dipendenze Tecnologiche e sul Cyberbullismo, L’Associazione Nazionale Dipendenze Tecnologiche, GAP e Cyberbullismo ODV in partnership con CPD e OPES indice l’incontro “Bambini e Adolescenti Digitali – Il Corpo e la Mente tra Iperconnessioni e Realtà Mediata” il 26 novembre 2022 al Ramada Hotel di Napoli.

Questa edizione verterà su temi legati ai bambini, agli adolescenti e al loro rapporto con la tecnologia. L’obiettivo di questa giornata sarà quello di fornire una visione multidisciplinare delle potenzialità e dei rischi annessi e connessi al mondo digitale.
Le persone e gli alunni delle classi interessate potranno seguire l’evento ONLINE sul sito www.dipendenze.com

ISCRIVITI ALL’EVENTO

Per questo mese è tutto, ci sentiamo a Dicembre!

Questo articolo sarà cancellato il lunedì 2nd Gennaio, 2023