SPORTELLO DELLE FRAGILITA’

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ESIGENZA

Dall’analisi del  quadro socioeconomico attuale derivano effetti diretti sul contesto sociale che si traducono in un incremento della domanda di servizi e di supporto alle famiglie. che si trovano ad affrontare una condizione nuova ed imprevista di disagio dovuta all’improvvisa riduzione o al venir meno del reddito da lavoro e alla conseguente condizione di precariato economico ma anche psicologico.

Le associazioni di volontariato possono, in stretta collaborazione con il settore pubblico, svolgere un ruolo importante grazie alla loro presenza diffusa, alla loro esperienza e specializzazione nel raccogliere i nuovi bisogni e accompagnare le persone in difficoltà.
Si rende però necessaria, al fine di garantire l’efficacia dell’intervento, lo sviluppo di un’azione di sistema che da un lato favorisca il coordinamento e l’integrazione dei servizi offerti (pubblico/volontariato) facilitando il superamento delle singole specializzazioni (che caratterizzano in misura particolarmente significata il settore del volontariato piemontese) e dall’altro renda più facile l’accesso ai singoli servizi da parte di chi ne fa richiesta, attraverso un’azione di accompagnamento ed indirizzo su base individuale.

OBIETTIVO

Il progetto intende, senza creare né doppioni né  cose nuove, sperimentare un’azione di sistema per aiutare le persone a vivere una fase delicata della propria vita superando gli scompensi emotivi che possono derivare dalla chiusura di una fabbrica, dalla mobilità, dalla cassa integrazione o vuole confrontarsi per un problema inerente alla salute.

 Con questo sportello si è creato un servizio volto da una parte alla reintegrazione sociale dei soggetti in difficoltà; un sostegno alla valorizzazione delle loro competenze personali ed un supporto, a livello informativo, per facilitare il reinserimento nel mondo lavorativo; dall’altra è un modo nuovo di contattare i cittadini informandoli sulle opportunità, sui diritti, sulle offerte e sulle novità del mondo sanitario e della salute sia da parte degli enti che dalle associazioni di volontariato che si occupano delle singole patologie.

Vogliamo che questa rete raccolga soprattutto quelle persone o quelle famiglie che provate dalla crisi economica e dall’assenza di un lavoro continuativo non riescono a manifestare i propri bisogni.
Molti non lo fanno per una grande dignità o perché disabituati a chiedere aiuto al sociale, per non gravare su nessuno, per questo vogliamo dare un sostegno fermo e reale ma allo stesso tempo molto discreto.
Partendo dal presupposto che ci si prende cura del cittadino e non si da una cura i volontari che operano in campo sanitario e socio assistenziale in rete con il Forum Interregionale Permanente del Volontariato Piemonte e Valle d’Aosta, gestiscono questo sportello per dare un pronto ascolto al disagio e con l’intento di prevenire anche eventuali atti auto lesivi.

 SERVIZI OFFERTI :
• l’accoglienza serena per mettere a proprio agio le persone in difficoltà,
• l’ascolto serio e professionale, ma soprattutto con rispetto e attenzione alla persona, del loro disagio,
• l’aiuto con l’ avvio di un primo supporto psicologico, dove necessario,
• l’accompagnamento ai servizi esistenti sul territorio , sia degli enti che delle associazioni di volontariato o di altre realtà del territorio, o  alla scelta del percorso di cura quando si presenta un problema di salute,
• l’informazione sulle opportunità presenti in tempo reale, sui siti da consultare , sui corsi di riqualificazione lavorativa   e circa le opportunità offerte sul territorio dalle strutture sanitarie locali, dalle associazioni di volontariato socio-assistenziali, sanitarie  e sulla tutela dei  diritti,
• il supporto telematico con la compilazione del loro curriculum vitae e i consigli su dove presentarlo. E con l’aiuto ai  cittadini a colloquiare con i portali che mettono a disposizione molte informazioni affinché il cittadino possa  scegliere la soluzione migliore.

Punti di forza
– Capillarità della presenza delle organizzazioni di volontariato sui territori.
– Consuetudine all’accoglienza ed all’ascolto.
– Capacità di cogliere i bisogni al loro primo apparire.
– Sussidiarietà con gli enti, collaborazione e non sostituzione.

 Contatti

Sede: Via Garibaldi 2 ang. Piazza Castello
Orari: dal lunedì al venerdì
Dalle 10.00 alle 16.00
Numero verde 800.54 99 55
E mail: sportellocittadinopiemonte@gmail.com

Progetto realizzato con il contributo della Regione Piemonte Direzione Politiche Sociali